L’isola di Tilos sarà 100% rinnovabile. Un esempio da seguire

Isola grecaGrazie a un finanziamento europeo la piccola isola greca di Tilos verrà presto alimentata solo da energie rinnovabili.

A differenza delle tante isole greche (e Italiane) l’energia consumata sull’ isola non verrà più da vecchi generatori diesel riforniti via nave ma soltanto da sole e vento.

Una piccola grande novità

L’energia prodotta da un impianto fotovoltaico e uno eolico verrà infatti immagazzinata in una grande batteria di ultima generazione, in grado di accumulare energia quando la produzione da sole e vento supera i consumi e di restituirla quando invece i consumi superano la produzione.

Tutto questo grazie ad un sistema di accumulo al litio, perfettamente riciclabile e molto più durevole nel tempo rispetto ai vecchi e inquinanti sistemi al piombo.

Se lo fanno da loro, verrebbe da dire che si può benissimo fare anche da noi, no?

Questo sarebbe teoricamente lo scopo del Decreto emanato dal Governo Italiano il 6 maggio scorso e che si occupa proprio dell’energia sulle piccole isole.

A questo Decreto vanno sicuramente riconosciuti alcuni meriti:

  • Sposta gli incentivi attuali dalle fonti fossili alle rinnovabili
  • Mette fine ai monopoli che hanno controllato il sistema elettrico sulle isole
  • Punta ad un ammodernamento della rete

Quello che non va e che lascia l’amaro in bocca sono altri 3 aspetti.

  • Non pone obiettivi di lungo periodo ma guarda solo all’immediato
  • Stabilisce obiettivi poco ambiziosi
  • Non fa niente contro la burocrazia, pesantissima zavorra che grava sullo sviluppo delle rinnovabili

Mentre in tutta Europa si sta agendo per eliminare in fretta il consumo di petrolio sulle isole, da noi ancora una volta si è scelto di non prendere una direzione chiara, ambiziosa e forte.

Mentre aspetti che la politica inizi a fare qualcosa sul serio tu puoi rendere già oggi la tua casa e la tua azienda 100% rinnovabili senza spendere neanche un euro.

Scopri come CLICCANDO QUI

 

Per un’Italia 100% rinnovabile

Marco Catellacci

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cliccando sul tasto Approfondisci puoi leggere la nostra politica di gestione e trattamento dei cookies Approfondisci

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi