Le Hawaii verso il 100% di energia rinnovabile

HawaiiSarà il costo dell’energia più che doppio rispetto agli Usa. Sarà che sole, vento, biomasse e geotermia non mancano di certo. Fatto sta che le isole Hawaii si stanno dirigendo a gran velocità verso il 100% di fonti rinnovabili.

La corsa è iniziata nel 2010 e da allora non si è più fermata.

Da allora oltre il 16% delle famiglie produce da sola la propria energia elettrica col fotovoltaico e ha acqua calda gratis grazie al solare termico.

Un percentuale quindici volte più grande di quella degli altri stati Usa.

Non contenti di questo già importantissimo risultato, nel 2015 su pressione dell’opinione pubblica e dei gruppi ambientalisti è stata varata una legge che prevede che entro il 2045 il 100% dell’energia consumata sull’arcipelago provenga da fonti rinnovabili.

Pochi giorni fa è arrivata addirittura la notizia che è stata accettata (anche se non è ancora stata approvata) un’altra legge che stabilisce che anche i trasporti dovranno essere alimentati da rinnovabili al 2045.

È certo che il cammino sia ancora lungo e che nei quasi 30 anni che mancano al 2045 potrebbero cambiare tante cose. Rimane il fatto che l’obiettivo è ambizioso e tutti i soggetti coinvolti si stanno dando da fare per raggiungerlo. Prime fra tutte le società che vendono l’energia.

Le stesse società che per anni hanno ostacolato l’approvazione della legge ormai si sono arrese all’evidenza che l’epoca del petrolio è ormai giunta al capolinea e che devono adattarsi al cambiamento se non vogliono fallire.

Lo stesso Governatore delle Hawaii, David Ige, si è sempre opposto all’importazione di gas in sostituzione del petrolio proprio perché rallenterebbe il passaggio dall’energia sporca a quella pulita.

La strada verso le rinnovabili è tracciata, e non sono ammesse distrazioni o costosissime perdite di tempo.

A che punto siamo in Italia?

Siamo indietro come la coda del maiale.

Considerando che le Hawaii contano 1,5 milioni di abitanti e 79.000 impianti fotovoltaici, per avere la stessa media da noi che siamo 60 milioni dovremmo avere oltre 3 milioni di impianti installati.
Invece siamo fermi a meno di 800.000.

Nonostante l’impegno preso nel 2015 con gli Accordi di Parigi, continuiamo a far finta di niente e a non volerci impegnare seriamente per ridurre le emissioni di CO2 e l’inquinamento in genere.

A parole sono tutti grandi sostenitori delle rinnovabili ma a conti fatti stiamo facendo molto meno di quanto ci sarebbe bisogno.

Ho però una buona notizia per te:
Anche se le politiche virtuose delle Hawaii ci sembrano lontanissime, tu puoi fare la tua parte per consumare solo energia pulita e installare sul tuo tetto un impianto fotovoltaico.

Il bello è che non ti costa niente e anzi ti fa risparmiare pure.

Non ci credi? Scopri come funziona la nostra formula speciale di finanziamento per il fotovoltaico cliccando QUI

Sfrutta il tuo tetto!

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cliccando sul tasto Approfondisci puoi leggere la nostra politica di gestione e trattamento dei cookies Approfondisci

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi